Utilzzare l’acqua depurata con osmosi inversa per i neonati

Quando in casa c’è un neonato i genitori spesso si chiedono quale sia l’acqua migliore per lui. Se poi è presente anche un impianto di filtraggio dell’acqua tramite osmosi inversa i dubbi possono aumentare.

Quando si parla di neonati ci sono poche certezze, una di queste è che non devono mai bere acqua del rubinetto. I pediatri spiegano ad ogni genitore come l’acqua del rubinetto sia ricca di sali, di cui i neonati hanno una necessità minima.
Proprio per questo solitamente viene consigliato l’utilizzo di acque povere di sali minerali.

Depuratore osmotico più venduto

Quali caratteristiche deve avere l’acqua per i neonati

L’acqua per i neonati deve avere delle caratteristiche ben precise. La prima e forse più scontata è l’essere priva di qualsiasi sostanza nociva. Inoltre deve avere un residuo fisso di sali minerali inferiore ai 140 milligrammi per litro. L’acqua perfetta per i neonati è leggera, così da consentire loro una corretta digestione.

Perchè i depuratori di acqua in osmosi inversa sono perfetti

I depuratori di acqua in osmosi inversa sono perfetti quando si hanno bambini in casa. Una volta che l’acqua esce dal depurato è naturalmente povera di sali minerali, condizione ideale per i neonati. Qualora poi desideriate alzare il livello di sali minerali potete farlo attraverso la levetta, presente in tutti gli impianti più moderni.

Scegliendo l’acqua da far bere ad un neonato il parametro principale da considerare è il residuo fisso.
Questo parametro non è altro che la quantità di sali minerali presenti nell’acqua dopo che è stata fatta bollire per un ora a temperature molto alte.

La quantità ideale di sali minerali per i neonati è non superiore ai 140 milligrammi per ogni litro d’acqua. Dato che i neonati si nutrono principalmente di latte che è ricco di sali minerali, in particolare quello materno.

Qualora nell’acqua fosse presente un residuo fisso troppo alto, questo finirebbe per affaticare i reni del bambino, che nei primissimi mesi di vita si stanno ancora formando.

I vantaggi dell’osmosi inversa per i neonati

Decidere di utilizzare l’acqua filtrata tramite osmosi inversa per i neonati è sicuramente una scelta vincente. Grazie alla sua naturale povertà di sali minerali lo aiuterà a crescere nel modo migliore.

Inoltre avrete anche un risparmio notevole, dato che non dovrete acquistare acqua a basso contenuto di sali minerali solo per il neonato.

L’acqua è priva di qualsiasi residuo di agenti contaminanti o sostanze inquinanti. Perfetta per tutta la famiglia e anche per cucinare.

Se il neonato utilizza il latte in polvere, l’acqua depurata con osmosi inversa è perfetta anche per il biberon.
Proprio in questi casi i pediatri consigliano di aggiungere all’alimentazione del neonato anche dell’acqua, che deve essere necessariamente a basso contenuto di sali minerali. Diventa veramente importante in questo frangente l’utilizzo di un depurato per l’acqua.

Quando si dispone di un impianto che filtra l’acqua in osmosi inversa, l’acqua è più leggera, anche a livello di sapore. Inoltre non necessità di bollitura come accadrebbe con quella del rubinetto. Rendendola così immediatamente pronta all’uso.

Due problemi da non sottovalutare delle bottiglie d’acqua

Se fino ad ora si è parlato di quanto l’acqua filtrata con l’osmosi inversa sia perfetta per i neonati, coloro che acquistano l’acqua in bottiglia devono considerare due condizioni importanti.

Quando si acquistano le bottiglie di acqua per i neonati, la scelta ricade su quelle marche che nell’etichetta hanno l’immagine di un bambino. Solitamente tutte le acque che riportano questa immagine sono adatte ai neonati.
Come accade per tutte le bottiglie d’acqua, nel caso rimangano al sole la plastica rilascerà delle sostanze tossiche all’interno dell’acqua. Sicuramente un genitore presta particolare attenzione a questo particolare, ma purtroppo non c’è modo di sapere se nel percorso fino agli scaffali sia stata sottoposta al sole.

Sempre collegato alla cattiva gestione delle bottiglie c’è il problema delle micro plastiche. L’usura delle bottiglie potrebbe comportare anche questa spiacevole e poco igienica situazione.

La qualità delle varie tipologie di acqua per neonati

Quando si parla di acqua per neonati è giusto specificare che tutte sia l’acqua in bottiglia che quella ottenuta tramite osmosi inversa sono commestibili. Anche quella del rubinetto può essere utilizzata dopo averla fatta bollire.

A cambiare sostanzialmente è la qualità dell’acqua stessa. Quella in bottiglia è sicuramente qualitativamente alta, ma bisogna prestare attenzione a come la si mantiene e possibilmente a come è stata mantenuta prima dell’acquisto.

Scegliere di bollire l’acqua del rubinetto, sicuramente la rende bevibile anche dai neonati, ma l’ebollizione comporta tempo da impiegare per il processo, oltre al rischio che finisca nel momento in cui vi serve.
Dopo averla bollita andrà raffreddata nuovamente e conservata per essere utilizzata lungo la giornata.

Utilizzare un acqua filtrata tramite osmosi inversa presenta i maggiori vantaggi L’acqua è sempre pronta e disponibile. Naturalmente povera di sali minerali è particolarmente adatta anche ai neonati. Potrete aumentare leggermente i sali contenuti nel caso necessitiate di preparare il latte in polvere.

Perché bollire l’acqua non basta

Quando si prende la decisione di utilizzare l’acqua del rubinetto per un neonato, i pediatri consigliano di bollirla. Questo procedimento consente di ridurre i livelli di sali minerali presenti dell’acqua.

La bollitura tuttavia non toglie eventuali sostanze nocive che possono essere presenti nell’acqua. Infatti anche se prima di essere immessa nell’impianto idraulico l’acqua subisce una purificazione, all’interno delle tubature possono essere presenti diverse sostanze nocive, che arrivano poi nelle case di tutti.

In particolare quando si tratta di neonati, utilizzare un acqua totalmente purificata è importante. Perché i neonati sono maggiormente esposti ad ogni contaminazione, dato che il loro corpo è in pieno sviluppo durante i primi mesi di vita.

Tra tutte le possibilità varianti per fornire l’acqua ai neonati, sicuramente il filtraggio tramite osmosi inversa non solo è il più sicuro, ma anche il più conveniente.

Utilizzando un depuratore avrete la possibilità di dare al vostro bambino un’acqua pulita e adatta alle sue esigenze. I depuratori moderni hanno una valvola che permettono di aumentare la quantità di sali minerali presenti, così da crescere assieme al vostro bambino.

Essendo priva di odori e sapori, risulta essere perfetta anche per il latte in polvere o le camomille che si iniziano a dare dopo i primi mesi di vita. Inoltre sarà un toccasana anche per voi, per l’alimentazione e per cucinare.

Depuratore ad osmosi inversa in offerta oggi

Purtroppo non è stato trovato nessun prodotto. Prova domani.